Rilascio Concessioni su Suolo Pubblico nel Rispetto delle Norme di Arredo Urbano

Ultima modifica 9 marzo 2022
Le presenti norme hanno come riferimento principale il Regolamento Canone Unico Patrimoniale, ad esso sono collegate nell'esclusivo intento di disciplinare la singola materia. 
Il titolo II° (Norme di arredo urbano) del regolamento comunale disciplinante l'attività degli artisti in strada e nuove norme sull'arredo urbano in relazione all'occupazione di spazi ed aree pubbliche riguarda in modo particolare ed esclusivo quelle occupazioni di suolo pubblico complementari all'esercizio di attività commerciali e turistiche presenti in San Gimignano, nel preciso intento di tutelare l'immagine della Città salvaguardandone gli aspetti architettonici e paesaggistici che sono le peculiarità specifiche la cui attenta conservazione è alla base dello stesso sviluppo commerciale turistico.
Le norme di riferimento sono valide in tutto il centro storico circoscritto dalle mura perimetrali e per gli edifici posti immediatamente all'esterno delle porte San Matteo e San Giovanni, più precisamente ubicati in Via Roma, in tutto il perimetro del Piazzale Martiri Montemaggio, Via Garibaldi e Viale dei Fossi.

Il Regolamento disciplina:

  • l'esposizione all'esterno dei negozi
  • le insegne e simili
  • i ripari e gli apparecchi illuminanti esterni
  • le occupazioni di suolo pubblico effettuate dai pubblici esercizi
  • le occupazioni di suolo pubblico con l'utilizzo delle fioriere

Tutte le richieste di occupazione di suolo pubblico che avvengono mediante l'utilizzo di materiali di arredo dovranno essere presentate, in bollo vigente e corredate della documentazione prevista nello schema di domanda allegato - Domanda occupazione suolo pubblico permanente - al protocollo del Comune tramite PEC.

Il Funzionario responsabile del SUAP, sentito il parere del responsabile del servizio tributi e di quello della polizia municipale provvederà, se del caso, a rilasciare apposito atto di concessione, anch'esso in bollo, previo versamento dell'intero canone annuo dovuto.

MODALITA' DI VERSAMENTO

Il richiedente verrà così inserito automaticamente per le annualità successive nei ruoli Cosap e riceverà comunicazione dell'importo dovuto da pagare annualmente entro la fine del mese di aprile.
E' ammessa la possibilità del versamento in quattro rate (30 aprile - 30 giugno - 15 settembre - 31 ottobre) qualora l'importo del canone annuo sia superiore a €. 300.
Il versamento si potrà effettuare tramite modello F24 trasmesso insime all'avviso di pagamento da parte dell'Ufficio Tributi.
Richiesta occupazione suolo pubblico
Allegato formato pdf
Scarica