Bonus sociale idrico integrativo - Utenze deboli

ultima modifica 02/05/2019 15:17

Descrizione del procedimento

E’ un’agevolazione stabilita a livello locale, attraverso la pubblicazione di un apposito Bando, che comporta un riconoscimento di un beneficio economico che l'Ente gestore provvederà ad accreditare  direttamente in bolletta.

Per l'anno 2019 il Bando è stato pubblicato in data 02/05/2019 e fino alle ore 18 di venerdì 31 MAGGIO 2019 sarà possibile presentare, presso l'Ufficio URP, la domanda per ottenere sgravi e rimborsi economici di tariffa del Servizio Idrico.

Bonus sociale idrico integrativo - Utenze deboli

Possono essere ammessi a presentare domanda di rimborso i cittadini che, alla data di pubblicazione del presente bando (02/05/2019), sono in possesso dei seguenti requisiti:
1. residenza nel Comune di San Gimignano;
2. non essere titolari di contributi finalizzati al pagamento delle bollette dell’acqua da parte di Enti Pubblici nello stesso anno (si precisa che il presente contributo è cumulabile con il Bonus idrico nazionale SGATE);
3.
attestazione ISEE in corso di validità che presenti i seguenti valori:
- Valore ISEE non superiore a € 8.107,50;
- Valore ISEE non superiore a € 20.000,00 nel caso di nuclei familiari con più di tre figli a carico.

Agli utenti diretti che intendono presentare domanda per essere ammessi al Bonus sociale idrico integrativo è richiesto che siano intestatari dell'utenza per almeno uno dei componenti il nucleo ISEE e che sia garantita la coincidenza:
- della residenza anagrafica dell'intestatario del contratto di fornitura idrica con l'indirizzo di fornitura del medesimo contratto;
- del nominativo e del codice fiscale dell'intestatario del contratto di fornitura idrica con il nominativo di un componente il nucleo ISEE.

Nel caso di utenti indiretti, il Bonus sociale idrico integrativo è riconosciuto a condizione che sia garantita la coincidenza tra la residenza anagrafica di un componente il nucleo ISEE e l'indirizzo della fornitura condominiale o aggregata di cui il medesimo nucleo usufruisce, ovvero a condizione che l'indirizzo di residenza anagrafica del richiedente sia riconducibile all'indirizzo di fornitura dell'utenza condominiale o aggregata.
In caso di utenza indiretta il richiedente dovrà presentare all’atto della domanda l’attestazione dell’Amministratore di condominio o dell’intestatario dell’utenza circa la spesa annua (anno solare precedente) a carico del richiedente (Modulo B).

 

 

Atti e documenti da allegare all'istanza

  • copia fotostatica di un documento di riconoscimento
  • Fotocopia dell’ultima fattura relativa al servizio idrico (obbligatorio pena l’esclusione);
  • Dichiarazione rilasciata dall’amministratore di condominio analoga figura (se trattasi di utenza condominiale come da allegato Modulo B);
  • Per i cittadini extra-comunitari, permesso di soggiorno o carta di soggiorno (obbligatorio pena l’esclusione);


Modulistica necessaria
c/o l'Ufficio URP o sul sito del Comune di San Gimignano

Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria
Settore servizi alla Cultura e alla Persona

Responsabile del procedimento
Dott. Valerio Bartoloni (tel. 0577990372, e-mail vbartoloni @ comune.sangimignano.si.it

Procedimenti ad istanza di parte

Informazioni
Ufficio Relazioni con il Pubblico (tel. 0577990300, e-mail urp @ comune.sangimignano.si.it)

Indicazioni per l'accesso agli atti
Ufficio URP


Termine di conclusione del procedimento
Il bonus idrico garantisce la fornitura gratuita di 18,25 metri cubi di acqua su base annua (pari a 50 litri/abitane giorno) per ogni componente della sua famiglia anagrafica.

Strumenti di tutela amministrativa
Ricorso giurisdizionale contro il provvedimento finale al TAR entro 60 gg, ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 gg.

Indicazione del nome a cui è attribuito, in caso di inerzia, il parere sostitutivo
Dott. Mario Gamberucci (tel. 0577990300, e-mail urp @ comune.sangimignano.si.it)

Risultati customer sulla qualità dei servizi erogati