ICI - Imposta comunale sugli immobili

ultima modifica 19/12/2011 13:07

CALCOLO DELL'ICI PER I FABBRICATI

Per calcolare l'imposta dei fabbricati è necessario conoscere i seguenti dati:

1) base imponibile (valore catastale)

La base imponibile è rappresentata dalla rendita catastale, così come risulta negli atti presso l'Agenzia del Territorio di Siena, rivalutata del 5% (rivalutazione disposta a partire dal 1997) e poi moltiplicata per il coefficiente di appartenenza secondo il seguente schema:

 - Cat. catastale A-C (escluso A/10 e C/1)*Coeff. 100

 - Cat. catastale B*Coeff. 140

 - Cat. catastale A/10 e D (esclusi i fabbricati privi di rendita definitiva posseduti da società o imprese*Coeff. 50

 - Cat. catastale C/1*Coeff. 34

2) aliquote deliberate dal comune

Alla base imponibile deve essere applicata l'aliquota, cosi come deliberata per l'intero anno (vedi documento allegato "Aliquote ICI 2011").

Nel caso in cui si dovesse effettuare un versamento relativo solamente ad una parte dell'anno (es. compravendita nel corso dell'anno) lo stesso dovrà essere rapportato ai mesi di possesso ricordando che si considera dovuto per intero il mese nel quale si è avuto un periodo di possesso dell'immobile di almeno 15 gg. consecutivi. 

3) detrazioni/agevolazioni eventualmente applicabili

a detrazione per abitazione principale è fissata in €. 103,29 aumentata fino €. 150,00 per gli ultra sessantacinquenni.

L'applicazione delle detrazioni/agevolazioni dovrà essere effettuata, ovviamente, in rapporto esclusivo al periodo per cui viene riconosciuto il diritto.

A decorrere dall'anno 2008 l'unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo di imposta è stata esentata dal pagamento dell'ICI. Sono escluse le abitazioni di categoria catastale A/1, A/8 e A/9 per le quali è riconosciuta la detrazione d'imposta. 

CALCOLO DELL'ICI PER LE AREE FABBRICABILI 

Per calcolare l'imposta sulle aree fabbricabili si procede moltiplicando il valore commerciale dell'area al 1^ gennaio (o all'acquisto se successivo), per l'aliquota ordinaria (vedi documento allegato "Aliquote ICI 2011").

Per quanto riguarda la determinazione del valore delle singole aree si rimanda ad apposito atto da deliberare.

CALCOLO DELL'ICI PER I TERRENI AGRICOLI 

Ai sensi della Circolare del Ministero delle Finanze n. 9 del 14/06/1993, i terreni agricoli ricadenti del territorio del Comune di San Gimignano sono esenti dall'imposta ex art. n. 7 lettera h del D.Lgs. n. 504/1992.

E' possibile effettuare il calcolo dell'imposta on line al seguente indirizzo: www.comune.sangimignano.si.it/servizi/ici.aspx seguendo le semplici istruzioni.

**********************************************************************************************

VERSAMENTO DELL'IMPOSTA

Il pagamento deve essere effettuato con arrotondamento all'euro per difetto se la frazione è inferiore a 49 centesimi, altrimenti per eccesso se superiore.

Non si procede al versamento qualora l'imposta annua risulti inferiore a €. 2,07.

Il versamento dovrà essere effettuato tramite F24 oppure sul c/c postale n. 88737911 intestato a: EQUITALIA GERIT SPA SAN GIMIGNANO -SI-ICI

In caso di omesso o ritardato versamento e senza che la violazione non sia stata già constatata od iniziate attività amministrative di accertamento il contribuente può utilizzare l'istituto del ravvedimento operoso attraverso il pagamento di una sanzione ridotta così come meglio specificato nell'allegato "Schema sanzioni ed interessi ravvedimento operoso" e la successiva compilazione della "Dichiarazione ravvedimento operoso per ritardato pagamento" anch'essa allegata.  

**********************************************************************************************

LA DICHIARAZIONE ICI

L'articolo n. 37 del D.L. 223/06 ha previsto l'abolizione della dichiarazione ICI a partire dall'anno 2008 a seguito dell'introduzione del MUI (Modello unico informatico) utilizzato dai notai per effettuare, con procedure telematiche, la registrazione, la trascrizione, l'iscrizione e l'annotazione nei registri immobiliari, nonchè la voltura catastale di atti relativi a diritti sugli immobili. Pertanto la dichiarazione deve essere presentata nei casi in cui le modificazioni soggettive ed oggettive che danno luogo ad una diversa determinazione dell'imposta dovuta attengono a riduzioni d'imposta e in quelli in cui le modificazioni non sono immediatamente fruibili da parte dell'ufficio attraverso la consultazione della banca dati catastale. Il modello ed il fascicolo informativo è disponibile tra i documenti disponibili "Modello dichiarazione ICI - Istruzioni per la compilazione della dichiarazione ICI".

La scadenza per la presentazione è analoga a quella prevista per il Modello Unico di dichiarazione dei redditi (comunque entro e non oltre il 30 di settembre -fatta salva diversa disposizione ministeriale) e può essere effettuata mediante consegna diretta dell'originale e della copia meccanografica presso l'Ufficio ICI del Comune, allo sportello Urp oppure spedita in busta chiusa, a mezzo del servizio postale, mediante raccomandata senza ricevuta di ritorno.

 

Il Comune di San Gimignano con il proprio regolamento ha equiparato alle abitazioni principali, senza applicazione della detrazione d'imposta, le sole unità immobiliari abitative concesse in uso gratuito ai parenti in linea retta e collaterale fino al terzo grado (ad esempio genitori e figli, nonni e nipoti, zii e nipoti) in conformità alle risultanze anagrafiche. L'agevolazione scatta esclusivamente previa presentazione dell'apposita dichiarazione uso gratuito (vedi documento in allegato) entro i termini generici di presentazione della dichiarazione ICI. 

archiviato sotto: