Via Francigena

ultima modifica 25/08/2015 11:10
Progetto per la valorizzazione della Via Francigena

La Via Francigena era anticamente chiamata anche Via Romea, Via Francesca o Franchighena: proveniva dalle Alpi Occidentali e dalle regioni Renane, attraversava la Valle d'Aosta e scendeva dal Piemonte e dalla Lomabrdia nella Pianuta Padana, valicava l'Appennino verso Berceto, attraversava la Toscana ed il Lazio per giungere a Roma. Era una delle più importanti vie di comunicazione europee in epoca medievale.

Sigerico, Vescovo di Canterbury  nel 994 si recò a Roma in visita al Papa Giovanni XV e descrisse il percorso, tappa per tappa,  consentendo di ricostruire un viaggio di migliai di pellegrini diretti verso i uno dei luoghi santi della religione cristiana.

La Regione Toscana si è impegnata nella riscoperta e nella valorizzazione della Via Fancigena fin dagli anni '90, contribuendo a far rinascere la memoria storica della strada e le sue tracce ancora visibili.

Il "Progetto speciale di interesse regionale Via Francigena", approvato dalla Giunta Regionale con delibera 116 del 2008, ha già dato un primo risultato: il Master Plan della Via Francigena in Toscana che individua, tappa per tappa, le infrastrutture leggere da realizzare in tempi brevi per rendere questa strada fruibile per i percorsia piedi, a cavallo in bicicletta e in automoobile.

Dal 2004 la Regione Toscana è capofila di un progetto interregionale ai sensi della L.135/01, che si propone di valorizzare e rilanciare i percorsi della Via Francigena come individuata dal Consiglio d'Europa nel 1994,  mediante un'adeguata promozione dell'offerta turistica. collegata. Con questo progetto è stato elaborato un modello di riferimento per la definizione del prodotto turistico "Via Francigena, che costutuisce la base sulla quale gli operatori pubblici e privati potranno predisporre una'articolata offerta per i pellegrini e per la fascia del turismo cuilturale ed escursionistico.

San Gimignano, con altro cinque Comuni della Val d'Elsa  (Monteriggioni - capofila -, Gambassi, Castelfiorentino, Colle di Val d'Elsa, e Montaione) ha realizzato, nell'ambito del progetto interregionale, una prima sperimentazione di questo modello, che servirà da traccia per il resto della Regione.

Il Comune di San Gimignano ha aderito alla Associazione Europea delle Vie Francigene con delibera CC n.08/2011

www.viefrancigene.org/it/

ed alla Associazione Toscana delle Vie Francigene con delibera GC n. 92/2015

www.viafrancigenatoscana.eu